In arrivo il nuovo DDL sul governo clinico (modificato).

Arrivera' ai primi di maggio all'aula della Camera il ddl sul governo clinico che dovrebbe far fare un passo indietro alla politica sulla gestione della sanita'. Ad annunciarlo e' Giuseppe Palumbo, presidente della commissione Affari sociali di Montecitorio, durante una conferenza stampa presso il Ministero della Salute.
Punto saliente del provvedimento, come anticipa Palumbo, sarà il ritorno di una maggiore responsabilita' nella gestione sanitaria ai medici, con l'istituzione di un collegio di direzione con tutti i rappresentanti dell'azienda sanitaria che dovra' dare un parere obbligatorio sulle attivita' della struttura. Verra' inoltre modificata la procedura di nomina dei direttori di unita' operativa complessa, cioe' quelli che prima erano i primari attraverso la costituzione di una commissione composta dai primari sorteggiati nella regione che, insieme alla direzione sanitaria, dovra' dare un giudizio su tre candidati. Il manager dovra' poi scegliere tra i tre quello piu' idoneo. Il ddl dovrebbe anche uniformare l'eta' pensionabile di medici ospedalieri e universitari e risolvere il problema assicurativo della responsabilita' clinica.
Un ulteriore ddl, a firma Palumbo-Santelli, che dovrebbe essere unificato a quello sul governo clinico, regolamenterà le modalita' con cui procedere penalmente contro il medico all'interno di un'azione civile di responsabilita' medica. (Fonte: Sanità News del 15/04/2010)
Tags: