Mercoledì, 6 Luglio, 2011 - 11:21

Forte dell'esperienza maturata in un percorso triennale per la realizzazione del "Progetto di fusione dei settori Previdenza in Area Vasta" (maggio 2008) dal 1° luglio è nato il Settore Previdenza Metropolitana (SPM). L'attività, che parte con una sperimentazione della durata di 18 mesi, vede riunite tutte le competenze in materia previdenziale di AUSL di Bologna, AOSP di Bologna e IOR presso la sede dello IOR (all'interno della Struttura Complessa della Gestione delle Risorse Umane diretta dal dott. Luca Lelli, avvalendosi del collaborazione del dott. Stefano Bacchi Reggiani). L'obiettivo è quello di fornire tutto il supporto amministrativo necessario a garantire l'erogazione delle prestazioni previdenziali a tutti i dipendenti delle tre Aziende Sanitarie (oltre 15.000) che costituiscono di fatto la Sanità della città di Bologna, nella direzione di una reale unificazione che possa portare sinergie e risparmi; grazie a questo progetto (che colloca fisicamente il personale dell'SPM in via Di Barbiano) le Aziende coinvolte hanno deciso di accelerare l'ammodernamento degli archivi (a tutt'oggi cartacei e in molti casi dislocati in modo malagevole), realizzando la digitalizzazione del "fascicolo del personale", così da poterlo consultare e gestire senza spostarlo fisicamente, con evidenti vantaggi in termini di tempo e rendendolo fruibile contemporaneamente da più utenti. La nascita dell'SPM ha necessariamente visto aderire l'Azienda Ospedaliera di Bologna S. Orsola Malpighi al "Protollo con i Patronati Bolognesi", già siglato da IOR e AUSL di Bologna il 19 marzo 2009. " 


Altri articoli:

Pagine