La Circolare 74 INPS ricalcola le pensioni erogate dal 2012.

Parte l'operazione di ricalcolo delle pensioni di coloro hanno continuato a lavorare oltre i requisiti contributivi minimi e che, per effetto della Legge Fornero, hanno potuto beneficiare della valorizzazione dei contributi dopo il 1° gennaio 2012.

Riassumendo: la riforma Fornero ha stabilito che con effetto 01/01/2012 si applicasse il calcolo contributivo (pro-rata) per tutti. L'effetto di questa norma ha generato, in casi particolari (calcolo retributivo e compensi elevati) un trattamento pensionistico più elevato rispetto a quello che sarebbe spettato con le vecchie regole.

La Legge di Stabilità per il 2015 ha posto un limite a questo beneficio, affermando che "in ogni caso il limite complessivo del trattamento pensionistico non può eccedere quello che sarebbe stato liquidato con l'applicazione delle regole di calcolo vigenti prima della riforma".

La Circolare 74 dell'INPS ora stabilisce che dovranno essere effettuati due calcoli: il primo applicando le vecchie regole, il secondo con il contributivo pro-rata introdotto dalla Fornero, per poi liquidare il trattamento più basso.

Tale calcolo verrà effettuato su tutti i trattamenti a partire dal 1° gennaio 2012, andando (eventualmente) a ridimensionare gli assegni a decorrere dall'1/1/2015.