TFR

Trattamento spettante agli ex dipendenti iscritti con contratto a tempo indeterminato dopo il 31/12/00 e/o a tempo determinato dopo il 30/05/00 (per i dipendenti assunti con contratto a tempo indeterminato prima del 31 dicembre 2000 che aderiscono a un fondo di previdenza complementare, il passaggio al Tfr è automatico).  Il contratto di lavoro deve avere durata minima di 15 giorni continuativi nell’arco di un mese  e viene erogato alla cessazione con  almeno un giorno d’interruzione tra due Enti con iscrizione INPDAP (occorre quindi anche la cessazione  del rapporto previdenziale).  In caso di decesso dell’iscritto, il trattamento sarà liquidato agli aventi causa.
Alla cessazione l’Ente datore di lavoro trasmette tutta le documentazione all’Inpdap, non occorre quindi domanda, ma serve una dichiarazione dell’ex dipendente che prenderà/non prenderà servizio presso un altro Ente iscritto all’INPDAP.
Termini di pagamento:

- nei casi di risoluzione del rapporto di lavoro per scadenza dei termini nei casi di rapporto di lavoro a tempo determinato,  limiti di età, di servizio, inabilità e decesso, le amministrazioni sono tenute ad inviare il mod. tfr entro 15 giorni e l’INPDAP effettuerà il pagamento entro i successivi 90 giorni (105 giorni);
- in caso di cessazione per qualsiasi altro motivo il termine del pagamento è di 180 giorni;


ATTENZIONE:al momento non sono applicabili al pubblico impiego le anticipazioni previste dalla normativa del TFR.

 

Tags: 
TFR